JEET KUNE DO

Il sistema

Il Jkd, per sua definizione, attinge di per sé “al meglio di” qualsiasi disciplina marziale. Quindi, al lavoro di “Absorb What is Usefull, Reject What is Useless” svolto da sijo Bruce e sifu Dan, abbiamo aggiunto “ciò che è specificamente nostro”.

Il metodo Akea è oggi una combinazione organica di Jun-Fan gung-fu/Jeet-kune-do, Kali, Muay-thai e Pencak-silat. Riuscire a non perdersi nella profondità tecnica e concettuale delle molte e diverse arti studiate, è significato avere una visione a 360° di ciò che è il confronto tra due individui.

A mani nude e anche con le armi, contundenti e da taglio.

E' stato un processo di costante riflessione, sperimentazione, accumulazione e ripulitura, quello che ha portato alla definizione del programma didattico oggi insegnato in tutte le nostre scuole affiliate.

Se l' evoluzione è alla base del Jeet-kune-do, il nostro programma continuerà ad evolversi. Perché non esiste la verità assoluta né il programma definitivo. Tutto è migliorabile e perfettibile.

Nonostante i molti ingredienti il “The Best of” è un prodotto organico. Inizialmente l'allievo apprende un sistema eclettico, ben strutturato in tutti i suoi aspetti, senza chiedersi da dove provenga questa o quella tecnica. Studierà e allenerà gli strumenti indispensabili per affrontare un combattimento, sia a mani nude sia con le armi, sulla lunga, media e corta distanza. Non è un caso che queste siano le tre distanze canoniche sia per il Jkd che per il Kali.

Se l’arte del Piccolo Drago continua ad essere “Problem Solving”, non poteva mancare nel nostro programma una parte dedicata alla lotta a terra. Per risolvere le situazioni corpo a corpo tramandiamo le tecniche di grappling che risalgono al programma originale insegnato da Bruce Lee nel suo Jun-Fan Gung-Fu Institute.

Non è però mai venuta a meno la visione del contesto di difesa personale. Dove non è possibile avvinghiarsi a terra, con il rischio che un altro aggressore possa facilmente colpirci. La nostra strategia rimane quindi quella di ottenere una posizione di vantaggio per colpire e fuggire o essere comunque consapevoli di ciò che ci circonda. Ecco la differenza fondamentale con le “arti marziali miste” nate per il duello sportivo.

Ad oggi, il programma originale AKEA, è arricchito dall’esperienza e dalle linee guida di Sifu Peter Nguyen, unico istruttore diplomato in Jeet Kune Do da Sifu Dan Inosanto, Sifu Yori Nakamura e Sifu Ron Balicki. Un lignaggio e un percorso di studio dedicato e ricco di esperienze.

In particolar modo su ciò che viene considerato il “nucleo” del JKD, con una struttura didattica dettagliata e senza eguali.

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© AKEA - Associazione nazionale Jeet Kune Do - Kali - Silat - Autodifesa

Chiama

E-mail